English Francais Italian Romanian
natura

Ritorno alla nostra natura

Ritorno l'intelligenza del mondo vivo La nostra vera forza La paranormalità Conosci tè stesso Conosci i tuoi simili Un uomo per l'umanità

Dottor natura

Pianeta Terra Aria e Salute Acqua e suo potere Il mio orto curativo Una cellula un universo Contro Nuove ricerche scientifiche

Ti cura

Primo non nuocere La Medicina degli Antichi La Naturopatia La Terapia visione olistica L'arte della guarigione Malattie senza cura? Immunità Bellezza a tutti costi Rimedi Naturali Ganoderma Lucidum Massaggio terapeutico Fiori e piante nostre amiche Cordyceps sinensis

Autoguarigione

La salute nelle tue mani Autoguarigione come alternativa Psichesoma Educazione alla salute La bellezza è salute Scritti del Dott. Paolillo la vitamina b17 e il cancro Scritti di Luigi de Marchi

Terapie alternative

Fitoterapia La Riflessoterapia Kinesiologia applicata Osteopatia Cromoterapia Argilloterapia Irrudoriflessoterapia L'apiterapia Terapia con miele La propoli La gemmoterapia La silvoterapia Aromaterapia

Diete e alimentazione

Cosa sono gli alimenti Ricercatori storici Falsi alimenti Come combinare gli alimenti Felici con gli alimenti Troppe diete Dimagrire in modo sano Prepara la tua alimentazione Il Codex alimentare Ph acido basico Bioalimenti Antiossidanti Oli Alimenti ricchi di vitamine Dieta nelle malattie tumorali

Ganoderma

bevande integratori igiene personale

Articoli tratti dal web

letture interessanti la-dieta-senza-muco

Emails

Consigli terapeutici Richiesta informazioni

Corsi seminari

Seminario a Varese

E' vietata la riproduzione di questo materiale senza previa autorizzazione

E' un'alga straordinaria, ricchissima di vitamine (gruppo B, D, E) e minerali tra cui calcio, magnesio, ferro ecc.. E' quindi un rimineralizzante importantissimo soprattutto per il contenuto di iodio il quale ha un effetto normalizzante sulla tiroide (aiuta a diminuire o ad aumentare di peso, a seconda dei casi). Aiuta i ricambi, è dimagrante e valido per combattere cellulite, reumatismi, obesità, linfatismo, asma, alta e bassa pressione, pelle secca, capelli fragili e opachi. E' utile anche in caso di digestione lenta e stitichezza.Alga Bruna

 L'Alga bruna viene comunemente utilizzata nei casi di obesità e sovrappeso: il suo costituente principale è infatti lo iodio, quindi agisce stimolando il metabolismo basale. L'Alga bruna può essere impiegata anche come integratore di iodio e altri oligoelementi.

 Nelle comuni preparazioni, si usa prevalentemente l'estratto secco titolato, la cui posologia varia da 500 a 900 mg al dì.

Il metabolismo basale è legato alla funzione tiroidea: gli ormoni tiroidei infatti, tiroxina (T4) e triiodotironina (T3), intervengono nella fase di "abbinamento" della fosforilazione ossidativa mitocondriale, che consiste nel "abbinare" appunto, l'energia liberata dalla glicolisi aerobica ed anaerobica con la produzione di composti ad alta energia (Adenosina trifosfato, Guanosina trifosfato, ecc.). Tanto maggiore è l'abbinamento fra processi metabolici e fosforilazione, tanto più numerosi sono i composti ad alta energia che si formano e che saranno poi utilizzati per la sintesi dei grassi. Tanto minore è l'abbinamento, tanto maggiore sarà l'energia che viene dissipata come calore e che viene sottratta alla sintesi dei lipidi, sopratutto nel tessuto adiposo. Gli ormoni iodati sintetizzati dalla tiroide velocizzano il metabolismo basale, impediscono l'abbinamento della fosforilazione ossidativa, quindi aumentano il dispendio di energia e riducono la sintesi dei lipidi. Ecco perché l'Alga bruna, grazie al suo contenuto di iodio minerale ed organico, viene comunemente usata per stimolare il metabolismo basale nella riduzione del peso corporeo in soggetti obesi, in sovrappeso oppure nei casi di un metabolismo basale rallentato.Kelp

Abbiamo già detto che l'Alga bruna può essere usata anche come integratore di iodio e altri oligoelementi.
La dose giornaliera raccomandata di iodio è di 150 µg/die. Oltre ad un contenuto particolarmente elevato di iodio, l'Alga bruna è ricca di oligoelementi che possono variare anche sostanzialmente al variare dell'ecosistema marino dove l'alga è vissuta; in genere gli ioni più rappresentativi sono Na, Mg, K, Ca e solo in tracce Zn, Pb, Ni, Mn, Hg, Cu, Co, Cd, As.

L'Alga bruna presenta altre attività farmacologiche:

•Attività gastro-protettiva e antiulcera
gli alginati presenti nell'Alga bruna (dal 15 al 45%) formano un denso gel viscoso che riveste e protegge la mucosa dello stomaco e ne riduce la secrezione acida. Documentata è anche l'efficacia contro il reflusso gastro-esofageo.

•Attività antidiabetica
l'Alga bruna riduce in maniera significativa l'indice glicemico ed il livello di trigliceridi nelle cavie; tale azione è più evidente nell'animale diabetico.

•Attività anticoagulante
Il fucoidano, contenuto in notevole quantità nell'Alga bruna, ha una struttura chimica correlabile a quella dell'eparina e svolge un'importante attività anticoagulante. Il fucoidano tuttavia, somministrato per via orale, ha una bassa biodisponibilità sistemica.

•Attività antibatterica
Valutata l'efficacia dell'Alga bruna nel combattere le infezioni da Staphylococcus aureus, Pseudomonas aeruginosa, Escherichia coli. L'azione antimicrobica è dovuta ad alcuni batteri marini isolati sulla superfice dell'Alga bruna e capaci di sintetizzare antibiotici completamente innovativi come struttura chimica.

•Attività antivirale
L'azione antivirale è legata in particolare ad una serie di polisaccaridi e di polifenoli presenti nell'Alga bruna.

•Attività antinfiammatoria
Il fucoidano svolge un'azione antinfiammatoria anche in fase acuta.

•Attività collagenasica
Gli alginati attivano una glicoproteina presente sulla superfice dei fibroblasti e coinvolta nella sintesi del collagene. Secondo un recente studio inoltre, un estratto acquoso di Alga bruna all'1% applicato localmente avrebbe dimostrato attività anti-aging che potrebbe essere sfruttata in numerose formulazioni cosmetiche.

•Attività antiossidante
Alcuni polisaccaridi presentano in vitro un'azione antiossidante che potrebbe essere sfruttata nell'industria alimentare.

 

 

 


Sottosezioni:

Bioalimenti
Acidi grassi omegaAcido alfa lipoicoAlfalfa medicago sativaAlga brunaCartilagine di squaloCondroitina solfato aDolomiteGingsengGinkgo bilobaGlucosaminaSpirulina
natura