English Francais Italian Romanian
natura

Ritorno alla nostra natura

Ritorno l'intelligenza del mondo vivo La nostra vera forza La paranormalità Conosci tè stesso Conosci i tuoi simili Un uomo per l'umanità

Dottor natura

Pianeta Terra Aria e Salute Acqua e suo potere Il mio orto curativo Una cellula un universo Contro Nuove ricerche scientifiche

Ti cura

Primo non nuocere La Medicina degli Antichi La Naturopatia La Terapia visione olistica L'arte della guarigione Malattie senza cura? Immunità Bellezza a tutti costi Rimedi Naturali Ganoderma Lucidum Massaggio terapeutico Fiori e piante nostre amiche Cordyceps sinensis

Autoguarigione

La salute nelle tue mani Autoguarigione come alternativa Psichesoma Educazione alla salute La bellezza è salute Scritti del Dott. Paolillo la vitamina b17 e il cancro Scritti di Luigi de Marchi

Terapie alternative

Fitoterapia La Riflessoterapia Kinesiologia applicata Osteopatia Cromoterapia Argilloterapia Irrudoriflessoterapia L'apiterapia Terapia con miele La propoli La gemmoterapia La silvoterapia Aromaterapia

Diete e alimentazione

Cosa sono gli alimenti Ricercatori storici Falsi alimenti Come combinare gli alimenti Felici con gli alimenti Troppe diete Dimagrire in modo sano Prepara la tua alimentazione Il Codex alimentare Ph acido basico Bioalimenti Antiossidanti Oli Alimenti ricchi di vitamine Dieta nelle malattie tumorali

Ganoderma

bevande integratori igiene personale

Articoli tratti dal web

letture interessanti la-dieta-senza-muco

Emails

Consigli terapeutici Richiesta informazioni

Corsi seminari

Seminario a Varese

E' vietata la riproduzione di questo materiale senza previa autorizzazione

POLIMIALGIA CRONICA

Cosa sa la medicina allopatica su questa malattia?
Polimialgia reumatica è una malattia cronica, auto-limitante, causa sconosciuta. L' aplotipo HLA-DR4, trovato con alta frequenza nei nativi europei con malattia reumatoide polimialgica, ne indica una predisposizione genetica. La terapia di questa malattia si basa su esperienze empiriche perché sono poche informazioni disponibili a prove sul campo per poter guidare il trattamento. Normalmente la cura allopatica è indirizzata sui sintomi: controllare i dolori e la rigidità articolare e migliorare la risoluzione dei sintomi della malattia. I corticosteroidi sono considerati la prima scelta per la risoluzione completa e la riduzione della VES. La malattia è curabile senza ricovero . Si consiglia di integrare la dieta con calcio e vitamina D. L'osteopenia e osteoporosi sono comuni in questi pazienti. Come recidive, si verificano nei primi 18 mesi di terapia e un anno dopo la sospensione di corticosteroidi, cioè tutti i pazienti devono essere monitorati per la ricorrenza dei sintomi fino a 12 mesi dopo l' interruzione della terapia con corticosteroidi. I FANS (farmaci antinfiammatori non-steroidei) sono controindicati, o possono essere utilizzati solo in pazienti con sintomi lievi. Methotrexate e altri agenti immunosoppressivi sono raramente utilizzati in polimialgia reumatica. Occasionalmente vengono indicati in pazienti con intolleranza ai corticosteroidi.

Come è valutata la malattia nella medicina olistica nonconvenzionale, che usa l' approccio psicosomatico per identificare la vera causa della malattia e la terapia naturale psico-causale come mezzo di cura?
Secondo la medicina olistica, il paziente deve essere inteso e trattato in base a una combinazione di fattori: fisici, emotivi, sociali, spirituali ed economici. Pertanto, quando si vuole curare una malattia, si devono prendere in considerazione tutti gli aspetti della vita del paziente, compresa le emozioni. Ritorniamo alla polimialgia !
Nella medicina nonconvenzionale, questa malattia è considerata, nella maggior parte dei casi, come effetto della rigidità del carattere della persona, manifestata come ostinazione nel risolvere le cose sempre al modo suo, incapacità di accettare i cambiamenti e le modifiche, rifiuto di agire in base a qualcun altro parere, rifiuto di accettare l' improvviso cambiamento di direzione nella vita, in conclusione, opposizione a qualsiasi movimento contrario alle sue proprie convinzioni e alcune volte, spingere le esigenze oltre i limiti generalmente accettati. Il fatto che la malattia si verifica solo in adulti oltre i 40 anni, quando personalità e carattere già formati sono meno disponibili ai cambiamenti, alcuni atteggiamenti comportamentali ereditati dai antenati e il coinvolgimento di fattori epigenetici sono in grado di spiegare una particolare suscettibilità o ricettività alla malattia.
In ce cosa consiste la cura?
La terapia naturale come approccio olistico, offre soluzioni e rimedi per influenzare tutti e tre i piani (psico-emozionale, energetico e fisico).
1. Prima di tutto, il piano mentale: diventare consapevoli della rigidità del carattere e accettare la necessita di cambiamento: la flessibilità, ecco la parola magica e volendo, s' impara!
2. Cambiamento dello stile di vita: provare ad rispettare in quanto possibile i principi fondamentali di una vita sana (alimentazione, respirazione, movimento, riposo, contatto con natura...
tutto ampiamente spiegato inhttp://www.lanaturaticura.com/italia/autoguarigione-come-alternativa.php )
3. Rivalutare sulla dieta giornaliere perché certamente si tratta di una mancanza di acidi grassi omega (il livello di colesterolo bono è basso e il rapporto colesterolo buono/cattivo è verso i limiti inferiori).
Questi acidi grassi essenziali hanno un ruolo dimostrato nel ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e le sindromi infiammatorie. EPA, DHA e ALA sono chiamati acidi grassi essenziali, perché sono importanti per la nostra salute.Omega-3 e omega-6 hanno un importante ruolo nel sistema immunitario: producono sostanze che stimolano le cellule che stanno realizzando la difesa del organismo.Tutti gli omega, 3 e 6, abbassano i livelli di trigliceridi e riducono il rischio di infarto. Gli esperti dicono che solo un aumento dell' 1% nella quantità di omega-3 nella dieta riduce il rischio di ictus del 40% .
Il nostro corpo non sa produrre acidi grassi omega-3 e omega-6. Quindi, il cibo è l' unico fonte da dove possiamo procuragli. L' equilibro tra omega-3 e omega-6 è molto importante per consentire loro efficacia nell' agire sulle infiammazioni osteo-articolari e allo stesso modo nei casi di psoriasi e reumatismi infiammatori. Quindi, dobbiamo mangiare questi acidi grassi in una certa proporzione. Ideale è il rapporto di 1 a 5, anche se la media è di 1-10 .
Per l' assunzione di omega-3 dobbiamo mangiare: olio di: noci, colza, oliva, semi ( noce, nocciole, mandorle, olive) pesce (sgombri, sardine, aringhe, salmone). Per assumere omega-6 dobbiamo mangiare: - l' olio di lino, semi di uva, girasole, noce, semi di colza, semi di lino e sesamo.
4. Includere nella dieta giornaliere alimenti contenenti di calcio e vitamina D, per combattere l' osteoporosi: latte integrale, burro, latticini non sgrassati, semi di sesamo, latte di soia, toffu, spinaci, fegato di merluzzo, fegato di vitello, tuorlo d' uovo, salmone, sardine, insomma tutti i tipi di pesce grasso.
5. La cartilagine di squalo ha un ruolo chiave nel mantenimento della salute delle ossa, perché e ricco di calcio e fosforo in forma facilmente assimilabile. La cartilagine di squalo è molto utile contro le manifestazioni di osteoporosi, ha un effetto benefico nel controllo di reumatismi, e nella ripresa di lesioni articolari o ossei. Inoltre, stimola i meccanismi immunitari e previene premature modificazioni degenerative.
6. L'uso di estrato di germi è molto efficace: basato all' uso di tessuti embrionali di piante (germogli, rami, ramoscelli, radicele), preparati in estratti idroalcolici sotto la forma di monodose, hanno il vantaggio della facile somministrazione e sono prodotti naturali, senza alcuna tossicità o effetti collaterali:
a) Germi di ribes nero
Azioni: stimolano le ghiandole surrenali, aumentando la secrezione di corticosteroidi (azione cortisone-like, anti-infiammatori e anti-allergici), diuretico, antisettico: è usato come coadiuvante in caso di insufficienza surrenali (morbo di Addison), reumatismo cronico degenerative (anchilosante, osteoartrite), artrite reumatoide,sindromi allergiche, rinite acuta e cronica e congiuntiviteasma allergico, bronchite allergica, orticaria, dermatiti allergiche, malattie autoimmuni, malattie croniche della pelle, stato infiammatorio cronico (respiratorio, digerente, reni, pelle, occhi, ecc.)
Principi attivi: diterpene, olio volatile (composto da limonene, sabinen, pinene, alfa-betta felandren), glicosidi, amminoacidi (alanina, prolina, arginina), derivati fenolici, vitamina C, ecc.

b) Germi di boccioli di vite .
Raccomandazioni: febbre reumatica, reumatismo cronico degenerative, coxartrosi, gonartrosi, artrite generalizzata, artrite deformante delle piccole articolazioni (artrite reumatoide), manifestazioni congiunte di gotta, leucocitosi e linfocitosi, osteoporosi.

c) Germi di betulla
Tonico stimolante generale ed in stato psico-fisico di stanchezza e spossatezza, disturbi dismetaboliche, carenze minerali, rachitismo, crescita ridotta, l' osteoporosi, l' artrosi, osteoartrite, malattia parodontale, anoressia in bambini e adulti, tromboflebite.
Immunostimolanti (attivazione del sistema reticolo-endoteliale e linfocitaria), stimola la disintossicazione del organismo, antitrombofilica, tonico generale, stimola la mineralizzazione e osteogenesi, normalizza i valori di urea, acido urico e colesterolo.

d) Estratto di corteccia di salice
Indicato in artrite reumatica acuta e artrite reumatoide, artrite delle piccole articolazioni, artralgia, dolore da artrite, la sindrome influenzale con febbre, sudorazione notturna. Azioni: soprattutto sulle malattie muscolari, anti-infiammatori muscolo-scheletrico, analgesici antipiretici.

7. L'uso delle tisane miste, a basi di erbe con proprietà antinfiammatorio, antidolorifico, depurativo e diuretico:

a) radice di liquirizia: contiene glicirrizina, principio con una struttura simile al cortisone e un potente antinfiammatorio e antidolorifico. Studi scientifici hanno dimostrato la presenza di sostanze (carbenoxolone) che hanno anche un importante azione antiulcera.

b) corteccia del salice bianco: è un aspirina naturale. Esso contiene un alta concentrazione di saligenina, principio costituente per l'acido salicilico, con ruolo analgesico antinfiammatorio, antireumatico e sedativo.

c) foglie di betulla: esercitano effetto anti-infiammatorio, diuretico depurativo. Favorisce l' eliminazione dell'acido urico e scorie metaboliche avendo un effetto molto benefico in dolori reumatici e gotta.

d) bacche di ginepro, con proprietà antinfiammatorie e diuretiche sono utili per l' infiammazione acuta delle articolazioni e dei muscoli.

e) olmaria (Spiraea ulmaria, Filipendula ulmaria) ha proprietà antinfiammatoria, diuretica, antispasmodica, antireumatiche, depurative, astringenti. Viene utilizzata per alleviare i dolori reumatici, ma anche negli stati febbrili e influenzali , contro le cefalee e in odontoiatria. L'attività antinfiammatoria di olmaria è data dai derivati salicilici e dai flavonoidi.

8. Uso locale delle pomate a basi di Harpagophytum (artiglio del diavolo)
Harpagophytum (artiglio del diavolo) è una pianta originaria del Sud Africa. La medicina moderna ha messo in evidenza importante azioni antireumatiche, analgesiche, antinfiammatori, comparabili con pirasolonici e derivati di fenilbutazone . L' uso di questa erba migliora la mobilità articolare ed è particolarmente efficace in artrosi, spondilosi, artriti croniche, nevralgie. Come abbassano anche i livelli plasmatici di colesterolo e trigliceridi nel sangue, è molto utile per le persone che soffrono di malattie reumatiche accoppiate con iperlipidemia.

9. Una tisana molto efficiente, chiamata "Articolazioni sane", prodotta di Fares (una fabbrica con una esperienza di 200 anni nei medicinali a basi di piante) contiene come ingredienti: corteccia di salice (corteccia Salicis), frutto di ginepro (Juniper fructus), foglie di rosmarino (folium Rosmarin), germogli di pioppo (gemmae Populi), foglie di frassino(folium Fraxini), foglie di betulla (folium Betulae) ortica vite (Urticae herba), fiori di sambuco (Flos Sambuca), fiori di lavanda (flos Lavandulae). Penso che gli ingredienti si trovino in qualsiasi erboristeria.

10. Altri prodotti naturali che normalmente consiglio ai miei pazienti con problemi articolari:

a) Articolazioni sani - capsule, prodotto Fares (ruolo:mantenere la mobilità articolare e la flessibilità)
INGREDIENTI / capsula:
Olmaria (Filipendula ulmaria) 105 mg
Foglie di betulla (folium Betulae) 105 mg
Liquirizia radice (radix Liquiritiae) 52,5 mg
Bacche di ginepro (Juniper fructus) 35 mg
estratto di radice di artiglio del diavolo (Radix Harpagophyti) min standardizzati. 35 mg 2,7% harpagozide
Estratto di corteccia di salice (corteccia Salicis) min standardizzati. 15% 17,5 mg salicina.

b) Condartroz prodotto Hofigal: integratore dietetico ricco di sostanze bioattive consigliato per: artrosi, osteocondrite, osteoporosi, negli atleti con intensa attività fisica e in caso di lesioni alle articolazioni, contro malfunzionamento delle articolazioni causa del processo di invecchiamento;
Si tratta di un integratore alimentare che qualsiasi atleta o persona oltre 40 anni di età lo deve usare in aggiunta alla dieta e prevenire il degrado comune.

 


Sottosezioni:

Malattie senza cura
AlzheimerCancro cure proibiteLa sclerodermiaMalattie autoimmuniPolimialgiaSindrome di sjorgenTumori terapia ufficiale o no
natura