English Francais Italian Romanian
natura

Ritorno alla nostra natura

Ritorno l'intelligenza del mondo vivo La nostra vera forza La paranormalità Conosci tè stesso Conosci i tuoi simili Un uomo per l'umanità

Dottor natura

Pianeta Terra Aria e Salute Acqua e suo potere Il mio orto curativo Una cellula un universo Contro Nuove ricerche scientifiche

Ti cura

Primo non nuocere La Medicina degli Antichi La Naturopatia La Terapia visione olistica L'arte della guarigione Malattie senza cura? Immunità Bellezza a tutti costi Rimedi Naturali Ganoderma Lucidum Massaggio terapeutico Fiori e piante nostre amiche Cordyceps sinensis

Autoguarigione

La salute nelle tue mani Autoguarigione come alternativa Psichesoma Educazione alla salute La bellezza è salute Scritti del Dott. Paolillo la vitamina b17 e il cancro Scritti di Luigi de Marchi

Terapie alternative

Fitoterapia La Riflessoterapia Kinesiologia applicata Osteopatia Cromoterapia Argilloterapia Irrudoriflessoterapia L'apiterapia Terapia con miele La propoli La gemmoterapia La silvoterapia Aromaterapia

Diete e alimentazione

Cosa sono gli alimenti Ricercatori storici Falsi alimenti Come combinare gli alimenti Felici con gli alimenti Troppe diete Dimagrire in modo sano Prepara la tua alimentazione Il Codex alimentare Ph acido basico Bioalimenti Antiossidanti Oli Alimenti ricchi di vitamine Dieta nelle malattie tumorali

Ganoderma

bevande integratori igiene personale

Articoli tratti dal web

letture interessanti la-dieta-senza-muco

Emails

Consigli terapeutici Richiesta informazioni

Corsi seminari

Seminario a Varese

E' vietata la riproduzione di questo materiale senza previa autorizzazione

 Coenzima Q10:

Coenzima Q10

Coenzima Q10:

• È un antiossidante esogeno ma, anche endogeno
• Fonti: foglie di tabacco, olio di olivello spinoso, olio di soia, nocciole,cavolo, broccoli, spinaci, tonno, sardine, germe di grano, riso integrale, olio vegetale, il cuore e filetto di manzo
• L'esercizio fisico, vitamina E ed selenio, stimolano la sintesi
• Necessaria: (si presume che sia intorno a valore) 30-90 mg/giorno, (1 mg per ogni anno di età/giorno)
• Si concentra nei organi con il metabolismo intenso (cervello, miocardio, fegato...)
• Le persone che hanno una dieta vegana,attraverso all'alimentazione, portano di più coenzima confronto ai onnivori
• Le persone con il peso normale e sotto il peso, presentano le concentrazioni superiori di Q10 rispetto a quelle che sono in sovrappeso -La sintesi di Q10 diminuisce con l'età
-Catalizzatore nella formazione di energia cellulare, responsabile per il 95% dell'energia che si è formata nel corpo; mantiene l'integrità delle membrane mitocondriali
-Impedisce l'ossidazione del LDL-C e diminuisce il rischio aterosclerotico
- Adiuvante estremamente utile nel trattamento delle malattie cardiache e della cardiopatia ischemica
-Determina la diminuzione della frequenza degli attacchi anginosi di 45-50%, aumentando la capacità di sforzo ai pazienti cardiaci. Riduce l'ipertrofia miocardica, soddisfando il necessario energetico
-Aumenta il flusso sanguigno coronarico, migliora il metabolismo e assicura l'energia del miocardio, diminuisce la pressione arteriosa
-Determina la produzione di anticorpi e aumenta la concentrazione plasmatica delle immunoglobuline

Nocciole

-La malattia di Parkinson, presenta piccole concentrazioni di Q10 nel cervello e nella malattia del sindrome AIDS, le concentrazioni sono estremamente basse; i pazienti con HIV/AIDS possono rimanere asintomatici se hanno una concentrazione ottima di Q10 nel sangue
-Utile nella distrofia muscolare progressiva, migliorando in una buona misura la sintomatologia
-Antiossidante forte, immunostimolante (aumentando il numero di linfociti TK); sostanza con proprietà antitumorali (assorbe i radicali liberi), anti-AIDS e antileucemica
-Migliora la funzione del cervello e aumenta la capacità di memorizzazione
-Diminuisce i depositi di grasso
- Aumenta resistenza muscolare allo sforzo
-Accelera la guarigione delle ferite, mantiene l'elasticità, morbidezza e la giovinezza dei tegumenti
-Ha la capacità di guarire l'ulcera gastroduodenale
- Adiuvante importante, utile ed estremamente efficace nel recupero del fegato(epatite epatite A, B, C, ecc., acuta o cronica)
- Utile nel trattamento della schizofrenia, malattia di Alzheimer e sclerosi multipla
- Ritarda i processi dell'invecchiamento e impedisce quelli degenerativi
-Il trattamento delle statine, attraverso l'inibizione dell'enzima HMG-CoA reductase, determina una diminuzione nella produzione di CoQ10; la terapia beta-bloccante inibisce gli enzimi attivati dalla CoQ10, diminuendo la sua concentrazione

natura